Adeguamento impianti elettrici

Siamo a vostra completa disposizione per fornirvi maggiori informazioni
per la realizzazione del vostro impianto elettrico personalizzato!

ADEGUAMENTO LEGGE 37/2008  Sicurezza degli impianti 

Adeguamento impianto elettricoAdeguamento Impianti Elettrici

La legge 37/2008 regolamentato e stabilito le norme riguardanti la sicurezza degli impianti. La legge stabilisce che gli impianti devono essere realizzati a regola d’arte da tecnici specializzati, esperti e abilitati e che si provveda al controllo e alla manutenzione periodica degli impianti. Sono così venuti meno gli “impianti elettrici fai da te”.

Non c’è necessità dell’adeguamento dell’impianto elettrico se questo:

  • ha un dispositivo di sezionamento alla base dell’impianto (interruttore generale)
  • ha dispositivi di protezione contro le sovracorrenti (interruttori automatici, fusibili, ecc.)
  • possiede protezioni contro i contatti indiretti (dispositivo differenziale coordinato con l’impianto di terra) oppure interruttore differenziale (con Idn <= 0,03 A)
  • possiede protezioni contro i contatti diretti (isolamenti, involucri, ecc.)

Se l’impianto non soddisfa questi requisiti è necessario richiedere l’intervento di tecnici specializzati che provvedano al suo adeguamento. Tecnici specializzati devono controllare periodicamente gli impianti di messa a terra, le installazioni alimentate in tensione, i dispositivi di protezione contro scariche atmosferiche, gli impianti elettrici installati in zone con pericolo d’esplosione.

Quando è necessario l’Adeguamento Impianti Elettrici

L’adeguamento dell’impianto elettrico si rende necessario soprattutto nel caso di vecchi impianti. In questo caso il tecnico elettricista dopo le verifiche e gli eventuali interventi rilascerà la dichiarazione di conformità, eventualmente corredata da tutti gli allegati obbligatori, come imposto dalla legge 37/2008. Con la dichiarazione di conformità l’impianto è considerato omologato e può quindi essere messo in esercizio.

In caso di rifacimento o installazione di nuovi impianti, entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori, il datore di lavoro è tenuto a inviare la dichiarazione di conformità allo Sportello Unico per le Attività Produttive, o il certificato di collaudo degli impianti installati, se previsto dalle norme vigenti. Così da segnalare la Messa a norma dell’impianto elettrico.

Manutenzione Periodica dopo l’Adeguamento Impianti Elettrici

L’installatore deve anche provvedere alla manutenzione periodica secondo queste tempistiche:

  • ogni due anni per gli impianti di terra e i dispositivi di protezione contro scariche atmosferiche installati in cantieri, locali ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio di incendio;
  • ogni cinque anni in tutti gli altri casi.

impianto elettrico manutenzione

 

 

 

 

ADEGUAMENTO LEGGE 37/2008  Sicurezza degli impianti